MOTO, TOPO, FOTO: DIZIONE

La pronuncia della E nei verbi

La corretta pronuncia di mòto, di fòto, di tòpo. Poi la dizione della E nei verbi.

Avrai anche una nuova storia su cui esercitarti, mi raccomando, ad alta voce! Le bocce della suora belloccia. Qui sotto la trascrizione, dove ho evidenziato le sole parole da pronunciare con la O chiusa (quella di oppure)

Regole

Come si pronuncia la E nelle forme verbali del verbo avere all'indicativo passato remoto? Nel video tutti i trucchi.

Oggi scopriremo come pronunciare la o nelle parole mediche che terminano in ...osi (esempio trombosi) e le parole terminanti in ...ott...

Le patate e Bosco

La storiella / esercizio va provata a voce alta, per capire bene la corretta pronuncia delle parole aperte e chiuse.

A nulla ebbero effetto gli sforzi dei medici. Ci provarono anche con l’ipnosi, ma ormai la trombosi era in uno stadio troppo avanzato.

Fuori dalla grotta che era stata allestita ad ospedale, Giorgio ebbe un sussulto di pianto, nel sapere che il suo cane, bosco, non potesse avere che due, o quattordici ore di vita. Ripensò a quando lo trovò abbracciato al bambolotto di Sonia, nel bosco. Era indeciso se chiamarlo bambolotto, bosco oppure spinotto; ma alla fine lo chiamò Bosco.

In un motto di pietà lo aveva raccolto da sotto quell’olmo e da subito ebbe chiaro che bosco era ghiotto di patate fritte.

Vent’anni dopo, a furia di mangiare solo patate fritte, Bosco era ormai diventato obeso, e Giorgio e la sua famiglia ebbero, da subito, il chiaro sospetto che l’alitosi del cane non era buon segno. Certo non erano state buon segno neppure la tubercolosi e la sclerosi avute dal cane nel suo quattordicesimo anno di vita. Ma ora tutto stava per finire.

Bosco, sul suo lettino pensava tra sé, sentendo che l’anima, per osmosi, fuggiva dal suo corpo: “Tutto sommato ho avuto una buona vita, non sono molti i cani che raggiungono l’età di vent’anni mangiando solo patate fritte. E per l’alitosi, beh... ormai non sarà più un problema” E con serenità, rese l’anima al Dio...

Trascrizione della puntata di oggi

Per osmosi, Giorgio si prese l’alitosi. Sotto ipnosi si rifugiò in una grotta.

Oggi ti aspettano altre regole per la pronuncia della O aperta, con le loro eccezioni, e un’altro trucco per sapere come deve essere pronunciata la E nei verbi.

Per prima cosa vedremo come va pronunciata la O nelle parole terminanti in ...osi.

La seconda regola invece riguarderà e parole che terminano in ...ott più una vocale.

Per la pronuncia della E nei verbi invece, cosa difficile da trovare sia in rete che sui dizionari, scopriremo il verbo avere al passato remoto, come ad esempio io ebbi.

Per non perderti nemmeno una pillola di dizione, prova ad iscriverti al canale e ad attivare la campanellina delle notifiche, almeno sarai avvisato ogni volta che pubblico qualche video e non avrai questo risultato...

Come va con le regole della O? Stai provando ad applicarle? Ti sarai certamente accorta o accorto che sono molto più incisive rispetto alle regole della E.

Fa molto più effetto dire “vado a fare una doccia”, piuttosto che “sto bene”.

Ma fidati di me: seguendo le regole che hai imparato grazie ai video, tu parli bene. Sarebbero gli altri, casomai, ad avere bisogno di correzioni.

Se vuoi sapere come parlare con meno impatto possibile sui tuoi amici, però, prova ad andare a vedere questo breve video che ti insegna qualche trucco “anti sgamo”.

Nomi medici in ...osi

Quando trovi termini medici che terminano in ...OSI, la o va generalmente pronunciata aperta. Infatti si dice scleròsi, trombòsi, osmòsi, tubercolòsi, alitòsi, ipnòsi …, e così via. Ai nomi medici o simili non ci sono eccezioni, ma fai attenzione: la regola non vale per tutto ciò che termina in osi, ad esempio la parola irosi (plurale di iroso), che significa pieno d’ira va pronunciata con la O chiusa.

Terminanti in ...ott...

La o tonica delle parole che terminano in ...otta, ...otte, ...otti, ...otto va pronunciata aperta: si dice infatti bambolòtto, mòtto, aggròtto, spinòtto, gròtta, bòtta, fiòtto... Fanno eccezione le parole Rótto, sótto, ghiótto.

La E nei verbi

Non saranno molti i video che ti dicono la pronuncia della E nelle forme verbali, questo però, è uno di quelli, ricorda di iscriverti al canale, perché la prossima settimana di E nei verbi ne troverai una vagonata.

Nell’indicativo passato remoto del verbo avere la E è sempre tonica: essa deve essere pronunciata diversamente (aperta oppure chiusa) a seconda delle persone. Farlo sentire è più semplice che spiegarlo: io èbbi, tu avésti, egli èbbe, noi avémmo, voi avéste, essi èbbero. Probabilmente in questo caso, ciò che tendi a sbagliare più di frequente sono le parole avesti e avemmo. Ed ora un piccolo pensiero da me composto per darti modo di fare esercizio (vedi la storia delle patate e Bosco, qui sopra).

Lo carico, come al solito, sul sito web per permetterti di leggerlo con la giusta formattazione. Ti suggerisco di provare a leggerlo ad alta voce, per capire bene la pronuncia della O aperta e della O chiusa, ma anche delle E, ce ne sono molte disseminate nella storia.

Il link alla pagina è nel primo commento.

Il significato di "Risvegli" e di questo gesto è chiaro nel video della scorsa settimana, in cui iniziammo a studiare la O. Vallo a vedere, che male non ti fa.

Sono arrivate alcune richieste di come pronunciare: MOTO TOPO FOTO. Si dice mòto, tòpo, fòto, tutte con la O aperta.

Poi Sara chiede come si pronunciano due nomi: JASMINE, YASMINE. Sono andato un po’ a cercare in rete e il risultato è che sono entrambi nomi di origine francese e la pronuncia potrebbe essere questa (si sente nel video).

E cercando di disintossicarmi da The lady provo a sostituire il trash con una pratica più costruttiva: apro a caso il dizionario e ti dico come si pronuncia la prima parola in alto a sinistra.

Manda pure le tue domande, qualsiasi domanda, come commento al video, oppure su qualsiasi profilo social riconducibile a me e il gioco è fatto. Come al solito ti invito a mettere like, a curiosare gli altri video sul canale e iscriverti

Compreso tutto?

Guarda tutte le puntate di dizione sul canale e iscriviti per non perdere nemmeno una pillola! Se hai qualsiasi dubbio commenta il video su Youtube, alla puntata successiva ti risponderò.